Nuova crescita delle entrate per il fisco

prestiti personali

Nell’ultimo aggiornamento sugli incassi del Fisco, è stato reso noto che le entrate tributarie e contributive nei primi nove mesi del 2016 hanno evidenziato nel complesso un aumento dell’1,1 per cento (+5.226 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. A renderlo noto è stato il dipartimento delle Finanze del ministero dell’Economia nel comunicato di qualche giorno fa.

In particolar modo, il dato complessivo tiene in considerazione l’aumento dello 0,8 per cento (+ 2.660 milioni di euro) delle entrate tributarie e della crescita delle entrate contributive dell’1,6 per cento (+2.566 milioni di euro). L’importo delle entrate tributarie comprende anche i principali tributi degli enti territoriali e le poste correttive, quindi integra il dato già diffuso con la nota del 7 novembre scorso.

Per quanto attiene le sole entrate tributarie, il flusso registra una variazione positiva rispetto allo stesso periodo dello scorso anno nel gettito delle imposte contabilizzate al bilancio dello Stato (+11.211 milioni di euro, +3,7 per cento) e nel gettito dei ruoli incassati (+148 milioni di euro, +2,5 per cento). Sono invece in flessione le entrate degli enti territoriali (-4.617 milioni di euro, -11,7 per cento).

Dal comunicato emerge altresì che per quanto concerne i primi nove mesi dell’anno, il gettito derivante dai ruoli si è attestato a 6.169 milioni di euro (+148 milioni di euro, pari a +2,5 per cento) di cui: 3.633 milioni di euro (-228 milioni di euro, pari a -5,9 per cento) sono affluiti dalle imposte dirette e 2.536 milioni di euro (+378 milioni di euro, pari a +17,5 per cento) dalle imposte indirette.

Viene inoltre evidenziato che la crescita è più sostenuta se si considerano le entrate da «collaborazione volontaria» (voluntary disclosure) che nei primi nove mesi dell’anno ammontano a 2.046 milioni di euro.

Infine, il ricco dossier sulla contabilità del Fisco sottolinea come le compensazioni relative alle imposte indirette attribuibili all’Imposta sul valore aggiunto sono in crescita (+1.155 milioni di euro, +10,3 per cento) e che quanto alle entrate contributive quelle dell’Inps risultano in aumento di 2.244 milioni di euro (+1,5 per cento) rispetto al 2015.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *